Gestione dei rifiuti

 

Per gestione dei rifiuti si intende l’insieme di metodologie volte a gestire l’intero processo dei rifiuti, dalla loro produzione fino alla loro destinazione finale coinvolgendo, quindi, la fase di raccolta, trasporto, trattamento (riciclaggio o smaltimento) fino al riutilizzo dei materiali di scarto, solitamente prodotti dall’attività umana, nel tentativo di ridurre i loro effetti deleteri sulla salute umana e sull’ambiente. Sono rifiuti solidi la carta, il vetro, la plastica, le pile scariche, i medicinali scaduti e i rifiuti organici.

Sono rifiuti liquidi quelli comprendenti insetticidi, fertilizzanti, concimi chimici, mercurio, medicinali liquidiscaduti, liquidi di pile usate, i quali risultano molto dannosi per l’ambiente poiché raggiungono le falde acquifere sotterranee e possono danneggiare il loro delicato equilibrio. Sono rifiuti gassosi quelli come il Clorofluorocarburi CFC, (composti costituiti da Cloro, Fluoro e Carbonio) espulso dalle bombolette al momento dell’uso.

Il trattamento dei rifiuti consiste nell’insieme di tecniche volte ad assicurare che i rifiuti abbiano il minimo impatto sull’ambiente.

I rifiuti prodotti possono avere diverse destinazioni:

• finire nelle discariche;

• essere raccolti in maniera differenziata;

• essere utilizzati per produrre energia.

In Italia, il tasso di raccolta differenziata sta gradualmente crescendo, ma è ancora inferiore alle potenzialità. L’Organizzazione di volontariato “We Can” sostiene la raccolta differenziata porta a porta, in modo da incrementare notevolmente la percentuale di rifiuti riciclati e promuove l’utilizzo del biodegradabile in modo da generare una riduzione dei rifiuti che vengono ogni giorno accumulati nelle discariche o trasferiti agli inceneritori.