I prossimi passi

In generale, i ricercatori hanno dimostrato che temperature elevate costanticambiamenti termici e temperatura media dell’acqua influenzano gli esiti delle malattie infettive nella Daphnia magna. Il passo successivo, quindi, sarà quello di valutare come le variazioni di temperatura modifichino il decorso delle malattie in altri organismi e comprenderne i meccanismi biologici sottostanti. “I nostri risultati mostrano che la variazione di temperatura altera l’esito delle interazioni ospite-patogeno in modi complessi. Non solo la variazione di temperatura influisce in modo distinto sui diversi tratti dell’ospite e del patogeno, ma anche il tipo di variazione e la temperatura media a cui viene applicata contano – afferma Pepijn Luijckx, primo co-autore dello studio. Ciò significa che i cambiamenti dei modelli di variazione climatica, sovrapposti ai cambiamenti delle temperature medie dovuti al riscaldamento globale, possono avere effetti profondi e imprevisti sulla dinamica delle malattie infettive”.

Fonte: www.wired.it